Il viaggio migratorio. Una prospettiva umanista.


Resumen


L’articolo presenta una riflessione su come il migrante affronta il viaggio migratorio. Per analizzare questa tematica abbiamo fatto riferimento a tre testi autobiografici, emblematici nell’ambito della letteratura della migrazione: Io, venditore di elefanti, di Pap Kouma (1990), Ama il tuo sogno. Vita e rivolta nella terra dell’oro rosso di Yvan Sagnet (2012) e Il deserto negli occhi di Ibrahim Kane Annour (2013). Questi racconti sono le testimonianze dirette che ci hanno permesso di approfondire le diverse fasi del viaggio, dalla preparazione al ritorno, passando attraverso la partenza, il transito vero e proprio e l’adattamento alla nuova terra. Per il migrante il viaggio migratorio si impone come necessità per migliorare la sua vita, ma è anche un percorso che lo porta a una crescita interiore, alla conoscenza di sè stesso e dell’Altro. La conoscenza di queste esperienze porta invece il lettore, nella dimensione dell’alterità, suscitando empatia e condivisione.


Palabras clave


Viaggio; Migrazione; Alterità; Letteratura migrante; Autobiografia

Texto completo:

PDF (Italiano)

Enlaces refback

  • No hay ningún enlace refback.


Copyright (c) 2022 Zibaldone. Estudios italianos

ISSN: 2255-3576



ISSN: 2255-3576