«In sul verde e ‘n su’ fiori». Il canto dei principi nella «Valletta fiorita» della Commedia.


Resumen


In questo contributo si analizza la singolarità compositiva di uno dei luoghi del viaggio dantesco meno condizionati dal pensiero teologico medievale: L’Antipurgatorio. In esso si manifesta una libertà di invenzione e scrittura che convertono i primi nove canti del Purgatorio in un terreno di sperimentazine critica tra i più fruttiferi della critica dantesca contemporanea. All’interno del vestibolo purgatoriale analizzeremo l’ultimo dei luoghi visitati dal personaggio prima di arrivare alle soglie della porta di san Pietro: la Valletta fiorita. Di questo luogo pre-edenico -quasi a se stante all’interno della geografía antipurgatoriale- analizzeremo la confuenza di messaggi sonori e musicali che conducono alla costruzione di uno spazio liturgico molto più elaborato di quelli finora attraversati dal protagonista del poema.


Palabras clave


Valletta fiorita;Critica dantesca; Spazio liturgico; Medioevo.

Texto completo:

PDF (Italiano)

Enlaces refback

  • No hay ningún enlace refback.


Copyright (c) 2021 Zibaldone. Estudios italianos

ISSN: 2255-3576